Vendere la propria arte accomuna Artisti e Artigiani, ma qual è la formula?

Vendere la propria arte accomuna Artisti e Artigiani, ma qual è la formula? Da cosa iniziare per creare la giusta strategia?

L’Artigiano, con il suo lavoro,  riesce a vendere le proprie opere, sostentare se stesso e la propria famiglia. Un Artista contemporaneo invece, si trova a combattere ogni giorno, per poter ottenere il giusto valore. Il regime fiscale impone ad entrambi lo stesso peso, quindi, anche se l’artista non è un artigiano, deve usare la stessa strategia se vuole vivere della sua arte. Quindi, come vendere la propria arte? L ‘Artista deve fare tutto quello che è necessario, marketing compreso, per vendere e farsi conoscere. Non resta che una strada: le opere vanno considerate come  un prodotto,  applicando i principi del marketing, che si applicherebbero ad un manufatto di artigianato. 

Gli argomenti del post:

In questo articolo parlerò di come essere Artigiano della propria Arte, del diverso modo di fare Arte, di come l’Arte può essere fonte di sostentamento e un lavoro nel senso stretto del termine. Vi parlerò di come un certo tipo di Arte non può essere altro, che espressione di se stesso, aspettando quel guizzo creativo, che ti fa avere la svolta e annoverare tra i  grandi.

Cosa distingue l’Artigianato dall’Arte

Le mani di un intagliatore di corallo incidono e modellano la materia dando vita a veri capolavori.  La preziosità della materia che modella, passa in secondo piano. Una volta che viene fuori la figura, con tutti i suoi dettagli, la morbidezza delle linee, la precisione degli intagli,  ne viene fuori un oggetto che fa emozionare. Ci si dimentica che è corallo e quindi, per la bravura nell’esecuzione ci sembra una vera e propria opera d’arte. Invece no. Quella piccola scultura,  non è un’opera d’arte, è un pezzo di artigianato, di alta manifattura, ma resta artigianato.

Le Accademie nel cinquecento, fiorirono proprio per questo motivo. Nacquero, in un momento in cui si cominciò a fare Arte, non più per esaltare Dio, ma per esaltare l’uomo,  per separare le Arti, intese come espressione dell’ anima, dalle arti minori , come l’Artigianato. L’artigiano che cosa fa? realizza oggetti , utensili, bellissimi, ma utili. L’Arte invece, non serve a niente!

” L’Arte non serve a niente”

Mi trova d’accordo in pieno il professor Sgarbi che fece questa affermazione durante un’intervista. Anche secondo me, è così!  L’ Arte non deve svolgere nessuna funzione, se non quella, di scuotere l’anima che è dentro di noi.

Che Artista vuoi essere?

Partendo da questo presupposto la domanda che si fa avanti è: <<Che artista vuoi essere? >>

  1. Un artista che produce tele su tele, quasi tutte uguali tra loro,  con l’unico pensiero rivolto alla vendita?
  2. L’Artista che si tormenta nella continua ricerca dell’ innovazione, l’idea, che può stravolgere e dare una visione?

In entrambi i casi l’Artista deve costruire un brand, il brand di se stesso. Deve essere riconoscibile dai tratti, dallo stile, dalla tecnica. Deve creare una sua reputazione di artista  offline, ma soprattutto online.

Costruisci il brand di te stesso

Le persone hanno bisogno di capire chi siamo. Il mondo del web genera diffidenza, perché i rapporti sono filtrati da un monitor, non possiamo guardare negli occhi il nostro interlocutore. L’ unico modo per abbattere questo muro di diffidenza è farsi conoscere,  costruire quella che si chiama reputazione.Questo processo avviene attraverso vari canali e con molto lavoro. Quando però chi vi segue, capirà il vostro valore e  quanto per voi egli è  importante, sarà felice di cedervi la sua email, venirvi a trovare alla vostra mostra. Il passo da lì all’acquisto di una vostra opera, è breve.

A questo proposito vorrei consigliarvi un libro:

Visto che ci interessa vendere le nostre opere dobbiamo fare in modo che abbiano un mercato. Seguire i trend del momento e produrre soddisfacendo le esigenze del mercato.  Individuata la domanda  non dovrebbe essere difficile produrre l’offerta.

Faccio un  esempio.

Un artista che fa quadri per arredamento,  cosa deve guardare?

  1. I colori:che colori vanno di moda? di che colore sono i mobili che si vendono per la maggiore?
  2. lo stile: come vengono arredate oggi le case?
  3. gli spazi: gli spazi sono sempre più piccoli, magari sono preferibili delle tele verticali

Puoi  arrivare ad ottenere un discreto successo e piano piano nella tua crescita personale avere ugualmente quel guizzo geniale che ti porterà alla svolta, ma nel frattempo la tua arte è stata fonte di sostentamento per la tua vita e sei  stato uno de pochi fortunati che può affermare di fare un lavoro che gli piace.

Non ti interessa la vendita?

Se invece vuoi che le tue opere siano frutto di continua ricerca e sperimentazione. Disinteressati completamente del mercato e delle tendenze della vendita.  Ricorda che ci sono grandi artisti che sono arrivati a distruggere le loro opere perché non erano all’altezza delle  loro aspettative.

Finché non raggiungerai il successo, non venderai che a pochissimi.  Come è capitato a tanti altri artisti prima di te, per vivere, devi fare un altro lavoro. La tua Arte non subirà influenze, continuerai  a sperimentare nel tuo eremo/laboratorio, finché non avrai un colpo di genio, come quello che ebbe Picasso, che disegnava magistralmente, ma all’improvviso, rivoluzionò tutto, in lui avvenne  un cambiamento. Rapito dalla bellezza della semplicità delle linee, delle maschere dell’Africa nera.  Lui, che era conosciuto per la capacità di infondere, nei disegni, la minuzia dei particolari, di colpo,  prese a fare le figure che diedero vita al Cubismo, reinventandosi e reinventando, tutta l’Arte Contemporanea, da lui in poi.

Cosa fa un Artigiano che vuole vendere la sua Arte minore sul web?

La mia attenzione si rivolgerà di volta in volta alle tematiche che aiuteranno ad essere brand di te stesso come Artista, aiutandoti a realizzare la tua bottega online, e suggerendoti una crescita personale nella tua Arte mostrandoti come altri Artisti hanno raggiunto il loro successo sperando di esserti di Ispirazione. Nel Frattempo, concentrati sulla tua Arte personale, non abbandonare mai la ricerca e la sperimentazione, quel guizzo geniale che aspetti, all’improvviso arriverà, fatti trovare pronto per vendere la tua Arte.

Non sai da dove iniziare? Chiedimi un consiglio gratuito

Foto Credit: Sculture sonore di Zimoun

Raffaella Cristiano

Blogger, Webwriter, Social Media Manager, Digital PR. Mi occupo di comunicazione digitale. Ufficio Stampa per Artisti Contemporanei. Ho quasi sempre un mio punto di vista. Mi entusiasmano le idee geniali, la creatività e le cose fuori dal comune, adoro uscire dagli schemi e gioisco quando un artista lo fa creando un capolavoro. Crea con me la tua strategia per vendere online.
Linkedin

Lascia un commento